Dessert

Sebadas rivisitate con fontina

Come fare le sebadas

Sebadas con fontina. La Sebada (al plurale Sebadas) è uno dei piatti più tipici ed antichi della tradizione sarda. La si può gustare salata (raramente) ma sicuramente è più conosciuta nella sua versione dolce ricoperta di miele o zucchero. La tradizione vorrebbe che si usasse il miele di corbezzolo che io, però, non amo per il suo sapore amarognolo. Invece prediligo un miele dolce, come quello di acacia o di arancio.

Sebadas particolari

Sempre la tradizione vorrebbe che si usasse un formaggio di pecora fresco ed acidulo, ma in questa versione ho voluto stravolgere la tradizione utilizzando il formaggio valdostano per eccellenza: la Fontina.  Devo dire che l’accostamento tra la fontina e la sebada mi è piaciuto moltissimo e lo consiglio a tutti, anche per provare una sebada diversa dal solito senza perdere la caratteristica nota filante del formaggio in questo caso reso acidulo dalle scorze degli agrumi sardi.

Con questa ricetta partecipo al Contest Concorso Fontina Valle d’Aosta

del Blog Un Architetto in Cucina in collaborazione con

l’Assessorato all’Agricoltura e Risorse Naturali della Valle d’Aosta”

Stampa Ricetta
Sebadas rivisitate con fontina
Porzioni
persone
Ingredienti
Porzioni
persone
Ingredienti
Istruzioni
  1. Preparate la pasta impastando la farina con acqua salata tiepida e lo strutto. Formate un panetto liscio e mettete a riposare.
  2. Nel frattempo fate sciogliere in un pentolino con un pò di acqua, il formaggio a pezzetti, la semola e le scorze grattugiate dei limoni e delle arance. Fate fondere il tutto e lasciate intiepidire. Infine ricavatene delle palline che appiattirete fino a formare un dischetto. Lasciateli solidificare.
  3. Prendete la pasta e ricavatene dei dischi di 10 cm di diametro. Ponete i dischetti di formaggio al centro della prima metà dei dischi ed infine poggiatevi sopra il secondo disco cercando di far aderire le due sfoglie facendo una leggera pressione in corrispondenza del dischetto di formaggio.
  4. Scaldate in una padella dell'olio caldo e friggete le sebadas senza mai girarle ma andando a raccogliere ripetutamente con un cucchiaio l'olio caldo cercando di portarlo sulla parte superiore della sabadas che si gonfierà e dorerà.
  5. Una volta fritte, scolatele, tamponatele leggermente con carta assorbente e irroratele con miele.
Condividi questa Ricetta
 

Ricetta per preparare le sebadas con fontina